The Italian Canadian Web Magazine
Thu-20-2014
Uliana Badiali's 90th Birthday Party
Read more...
 
Thu-20-2014
San Valentino con il Lazio Musical
Read more...
 
Thu-20-2014
5 Gala annuale di Opera Belcanto
Read more...
 
Thu-20-2014
Valentine Dinner Dance alla Riviera Parque con Antonio Sabato Jr.
Read more...
 
Thu-20-2014
CHIUSURA DI CAMPAGNA ELETTORALE SANDRA YEUNG RACCO
Read more...
 
Thu-20-2014
FESTA DI SAN VALENTINO PER IL CIOCIARO CLUB DI TORONTO
Read more...
 
Thu-20-2014
UN POSTO AL PARLAMENTO PROVINCIALE PER MICHAEL TIBOLLO
Read more...
 
Thu-20-2014
SERATA DANZANTE DELLA COMUNITA' PARROCCHIALE DI ST. DAVID
Read more...
 
Thu-20-2014
FESTA DELLA DONNA AL CIOCIARO CLUB DI TORONTO
Read more...
 
Thu-20-2014
FESTA DELLA DONNA DELLA FEDERAZIONE ABRUZZESE
Read more...

Il Canada e l’Unione europea concludono il 9° round dei negoziati per l’accordo di libero scambio

L’Onorevole Ed Fast, Ministro canadese per il commercio estero e l’Asia-Pacific Gateway, ha annunciato che ad Ottawa si é concluso un fruttuoso nono round dei negoziati per arrivare ad un accordo di libero scambio tra l’Unione europea e il Canada.

“Sono lieto di annunciare che abbiamo raggiunto un’ulteriore pietra miliare nei negoziati per il libero scambio tra Canada e l’Ue e che i negoziatori si sono scambiati le offerte per servizi e investimenti”, ha dichiarato il Ministro Fast. “Questo trattato proteggerà e consoliderà la sicurezza finanziaria a lungo termine del dinamico popolo canadese. Il lavoro di un canadese su cinque dipende dal commercio; pertanto un nostro accordo commerciale con l’Unione europea potenzialmente ci porterà enormi benefici: un aumento del 20% negli scambi bilaterali, un incremento annuale dell’economia canadese di $12 miliardi, quasi 80.000 nuovi posti di lavoro e $1.000 in più per la famiglia canadese media”.

Sono 9 i round di negoziati che il Canada e l’Unione europea hanno concluso con successo dall’ottobre 2008.  Finora si sono registrati ottimi progressi su tutti i fronti, incluso l’accesso al cuore del mercato per quanto riguarda merci, servizi, investimenti e approvvigionamento governativo.

“Sebbene ci siano ancora delle questioni da risolvere, i negoziati sono ormai a buon punto e stiamo attivamente esplorando le possibili soluzioni”, ha detto il Ministro Fast. “Entriamo nella nuova fase delle trattative e il nostro governo continuerà energicamente a difendere gli interessi canadesi, assicurandosi che qualsiasi futuro accordo avvantaggi le imprese, i lavoratori e le famiglie canadesi”.

L’accordo commerciale Canada-Ue sarà vantaggioso per i lavoratori di molti settori dell’economia canadese, inclusi: le industrie manifatturiere, aerospaziale, chimica, alluminio, legnami, pesca, nonché per le imprese basate sulle materie prime e risorse naturali e altre ancora.  

“In questo periodo difficile per l’economia, un accordo commerciale con l’Ue creerà posti di lavoro e prosperità per i canadesi”, ha aggiunto il Ministro Fast. “Il nostro governo ha ricevuto un forte mandato per mettere in atto un ambizioso programma per il commercio che renda salda la ripresa economica del Canada, creando posti di lavoro e abbassando le tasse. Stiamo perseguendo un disegno che risponda a questi requisiti, ed è un disegno che funziona”.

In meno di sei anni il Canada ha concluso nuovi trattati commerciali con nove paesi: Colombia, Giordania, Panama, Peru, paesi appartenenti all’Associazione europea di libero scambio quali Islanda, Norvegia,  Liechtenstein, e Svizzera, nonché, recentemente, Honduras.

Per ulteriori informazioni sui negoziati vedi  Canada-European Union: Comprehensive Economic and Trade Agreement (CETA) Negotiations (http://www.international.gc.ca/trade-agreements-accords-commerciaux/agr-acc/eu-ue/can-eu.aspx?view=d)